gennaio - aprile 2016

SABATO 30 GENNAIO ORE 15.30

VITA MORTE E MIRACOLI DI SAN GEMINIANO

Il giorno prima della festa del santo patrono, ci soffermeremo intorno al duomo per scoprire tutto quello che ci racconta del nostro S. Geminiano: vita, morte, miracoli ed altro ancora

Punto d'incontro: sagrato del duomo, in C.so Duomo
Durata:1 ora circa

Immagine: www.unesco.mo.it

DOMENICA 14 FEBBRAIO ORE 15.30

INNAMORATI A MODENA

Una passeggiata per le piazze e le strade del centro accompagnati dal racconto di storie di amore e dalle pagine di alcune delle più conosciute opere della nostra letteratura. Le “relazioni pericolose” vissute all’interno di conventi, le vicende amorose della casa d’Este, la passione romantica di Ciro Menotti, la Ghirlandina rifugio di amanti clandestini. Il tutto come pretesto per intraprendere un viaggio che intende ricostruire l’evoluzione del concetto di amore nel corso dei secoli attraverso le parole immortali di Dante, Ariosto, Leopardi, D’Annunzio e tanti altri. Autori che hanno cercato, ognuno in modo unico, di esprimere la magia e la misteriosa essenza del sentimento amoroso.

Al termine della visita sarà possibile trasferirsi al Salotto Culturale Aggazzotti in Viale Martiri della Libertà 38 per il concerto “Amami Verdi…..Amami Alfredo”, musica all’insegna dell’amore tra le arie più famose dell’opera verdiana. Seguirà un buffet apericena con sorprese musicali.

Punto d’incontro: Piazza Roma di fronte all’Accademia Militare.

Durata: 1 ora e 30 minuti circa

SABATO 20 FEBBRAIO ORE 15.00

Il PALAZZO  COMUNALE  DI MODENA. SALE STORICHE E AFFACCIO SU PIAZZA GRANDE

Davvero un bel compendio di storia cittadina le sale storiche del nostro Palazzo Comunale!  Pur sistemate e decorate in epoche successive, esse ci permettono di ripercorrere in un soffio i quasi 1000 anni che dal 1046, data di fondazione del primo palazzo pubblico, giungono fino a noi. Gli apparati decorativi e pittorici di artisti quali Niccolò dell'Abate e Bartolomeo Sghedoni, fanno riferimento agli antichi miti fondativi, la romanità del territorio espressa nella guerra di Mutina, l'affermazione delle libertà comunali evidente nella raffigurazione della pace di Costanza, l'esaltazione del buon governo estense nella sala del '700. Ad accoglierci, all'ingresso, uno dei simboli più conosciuti, la famosa 'Secchia Rapita' che, in compagnia delle trivelle e della croce di S. Geminiano, non manca di sottolineare l'identità modenese.

Completa la visita l'osservazione e l'analisi del complesso  di edifici che affaccia  su Piazza Grande.

Punto d’incontro: davanti allo Scalone sotto il portico, 10 minuti prima dell'inizio della guida

Durata : 1 ora e 30 minuti circa

pH. Michela Mazzacurati

SABATO 27 FEBBRAIO ORE 15.30

MATERIALI, MERAVIGLIA, MAGNIFICENZA ALLA GALLERIA ESTENSE

Un percorso tematico per chi conosce già la Galleria o per chi vuole scoprirla da un punto di vista non tradizionale.

Attraverso una selezione di opere - dai capolavori agli oggetti curiosi - si parlerà di tecniche e materiali, di vita pubblica e privata alla corte degli Estensi.

Storie di artisti, duchi e potere si intrecciano con la storia dell’arte e con il gusto per la stravaganza.

Punto d’incontro: davanti all’ingresso della Galleria, all’ultimo piano del Palazzo dei Musei

Durata: 1 ora e 30 minuti circa

SABATO 12 MARZO ORE 15.30

LE PIAZZE DI MODENA

Tra ‘800 e ‘900 il centro di Modena si trasformò: nell’ambito di tale rinnovamento, oltre all’abbattimento dell’intero circuito delle mura cittadine, gli interventi più significativi furono certamente quelli attinenti alla realizzazione di alcune nuove piazze: Piazza Mazzini, Piazza XX Settembre e Mercato Coperto ed infine Piazza Matteotti. La visita si propone pertanto da un lato di ricostruire gli avvenimenti, le motivazioni e le tappe che portarono alla costituzione di questi spazi urbani, e dall’altro di leggere le loro caratteristiche ed emergenze architettoniche, nonché di evidenziare la scomparsa sia di edifici sia di un tessuto urbanistico che, al di là della loro più o meno notevole pregevolezza artistica, costituivano una testimonianza storica rilevante per la nostra citta.

Punto d’incontro: Piazza Grande davanti alla scalinata del Comune.

Durata: 1 ora e 30 minuti circa

Immagine: Fondo Panini Fondazione Fotografia Modena; Modena. Piazza Mazzini, 1906-1908, Pellegrino Orlandini e Figli, Fondo Panini. Tramite Gazzetta di Modena

SABATO 19 MARZO ORE 10.00

VISITA AL CIMITERO MONUMENTALE OTTOCENTESCO DI SAN CATALDO

Un viaggio tra  le voci e i personaggi  del passato modenese attraverso tombe e monumenti nello splendido  cimitero monumentale progettato dall’architetto Cesare Costa sul luogo dell’antico cimitero settecentesco. Tra guida e animazione rivivremo un racconto corale di grande suggestione che includerà anche i meno noti cimiteri ebraico e protestante.

Punto d’incontro: davanti all’ingresso del cimitero (zona fiorai).

Durata :  2 ore circa

SABATO 2 APRILE ORE 17.30

MARIA, MADRE DI GESU' NELLA GIOIA E NEL DOLORE

Un viaggio tra le immagini sacre della Madonna nella nostra città, un Incontro di Arte e Musica in cui ad immagini di opere d’arte rappresentanti la Madonna, si alternano intermezzi musicali teneri ed appassionati

Musica a cura di Alessandro Di Marco al pianoforte

L’evento, organizzato dal Salotto Culturale Aggazzotti, in collaborazione con Associazione Culturale Arianna, si terrà presso il Salotto Culturale Aggazzotti in Viale Martiri della Libertà 38 – Modena

 

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Tramite sms o email

Quota di partecipazione per ogni appuntamento

(ove non diversamente specificato)

€ 5,00 a persona

Innamorati a Modena: visita guidata € 5

concerto e buffet al Salotto Aggazzotti € 20

Maria madre di Gesù, nella gioia e nel dolore: € 8

 

+ ticket d’ingresso dove richiesto:

Palazzo Comunale di Modena: gratuito

Galleria Estense: intero  € 4, ridotto  € 2