ottobre - novembre 2015

SABATO 3 OTTOBRE ORE 15.30

4 PASSI PER L’ANTICO BORGO: FORMIGINE E LE SUE CHIESE

Percorrendo le vie del centro tra Castello e Strada Giardini, la visita ci condurrà a scoprire la storia a volte complessa e travagliata, ma comunque sempre interessante e significativa, dei principali edifici di culto del paese, la parrocchiale dedicata a S. Bartolomeo, la chiesa della Madonna del Ponte sede della Confraternita di S. Pietro Martire, l'Oratorio della SS.Annunziata noto anche come chiesa rigata. L'osservazione degli esterni nei loro aspetti artistici e architettonici insieme all'analisi dei dipinti e oggetti di culto all'interno, permette all'osservatore di soffermarsi su elementi poco noti e angoli nascosti cari alla tradizione del territorio formiginese.

Incontro: sagrato di S. Bartolomeo, Piazza della Repubblica.

Durata: 1 ora e 30 circa

SABATO 10 OTTOBRE ORE 15.00

CARPI “Ein Fürstensitz der Renaissance”

Autunno  1877,  un  viaggiatore  straniero d’eccezione si trova a percorrere la tratta ferroviaria Modena – Mantova da poco inaugurata; alla fermata di Carpi si affaccia al finestrino e….

Sulle orme di quella illustre storica “scoperta”, il percorso parte dalla centralissima stazione dei treni di Carpi ed in breve raggiunge il cuore di  quella  che  è  stata  definita  da quell’autorevole viaggiatore “Ein Fürstensitz der Renaissance”, una sede principesca del Rinascimento.

Visita delle sale affrescate del piano nobile di Palazzo Pio che ospitano attualmente la mostra “Costruire il Tempio” e del Museo della città; breve sosta nella monumentale Piazza Martiri e nel più raccolto Piazzale Re Astolfo.

Incontro: davanti alla stazione ferroviaria di Carpi.

Durata: 2 ore circa

Foto di A. Fedeli

SABATO 17 OTTOBRE ORE 15.30

4 PASSI PER L’ANTICO BORGO: SPILAMBERTO E LE SUE CHIESE

Di antichissimo insediamento fin dall'età preromana per la sua posizione strategica a guardia del Panaro, la vita di Spilamberto è ininterrottamente documentata in ogni epoca storica e di ognuna mantiene cospicue tracce. Seguendo il percorso dell'antico castrum romano, se ne osserverà la trasformazione da rocca fortificata ghibellina a residenza  dei marchesi Rangoni in piena età rinascimentale. Stupiranno le emergenze urbanistiche e architettoniche quali contrade, terragli, canole che, individuabili nel tessuto urbano e ancora ben conservate, costituiscono senza dubbio una delle  singolarità di Spilamberto e aprono uno spaccato sulla vita del borgo. Non può mancare la visita alle sue numerose chiese, in primis S. Giovanni Evangelista e S. Adriano che contengono autentici capolavori di artisti modenesi e non,  tra cui annoveriamo Michele da Firenze, F.Stringa, L.Orsi e più vicini a noi A.Valli, G.Obici.

Incontro: Torrione di Spilamberto.

Durata: 1 ora e 30 circa

Immagini: Giacomo Balla – Forze di paesaggio – Cocomero, tempera su carta intelata © Giacomo Balla, by Siae 2015

SABATO 24 OTTOBRE ORE 15.30
VAN GOGH. BALLA.

Una splendida occasione per ammirare dal vivo - direttamente dalla National Gallery di Londra - il famoso dipinto La sedia di Van Gogh e scoprire la multiforme produzione artistica di Giacomo Balla. Nella mostra Giacomo Balla Astrattista Futurista sono esposti studi sulla luce e sul movimento; testimonianze degli affascinanti esordi divisionisti con ritratti e paesaggi; gli autoritratti ironici e provocatori; le opere legate al periodo della Grande Guerra; i dipinti influenzati dagli studi teosofici. Non da ultimi i capi d’abbigliamento e l’arredo dalla caleidoscopica Casa Balla, testimonianza dell’intento futurista di estendere la propria estetica a tutti gli aspetti della vita quotidiana.

Incontro: biglietteria della Fondazione Magnani Rocca, via Fondazione Magnani Rocca 4, Mamiano di Traversetolo (Parma).

Durata: 1 ora e 30 circa

Immagini: Giacomo Balla – Forze di paesaggio – Cocomero, tempera su carta intelata © Giacomo Balla, by Siae 2015

SABATO 31 OTTOBRE ORE 20.30

LA STREGONERIA A MODENA

La visita guidata di questa sera toccherà i luoghi chiave della città legati al tema della stregoneria, dal tribunale dell'Inquisizione all'antica chiesa di S. Michele, fino al luogo nel quale la tradizione colloca i sabba modenesi.

Analizzaremo storie e vicende di uomini e donne accusati di pratiche stregonesche tra il XIV e il XVI secolo: parleremo in particolare di Benvenuta Benincasa, nota guaritrice, di Anastasia da Cutigliano, conosciuta come la Frappona ed esperta in sortilegi d'amore, e di don Guglielmo Campana, sacerdote e negromante. 

Contemporaneamente alla visita guidata per gli adulti verrà organizzato un gruppo a parte per i bambini

Incontro: Piazza Roma sotto il portico

Durata: 1 ora e 30 circa

DOMENICA 1 NOVEMBRE ORE 10.00

MODENA E LA GRANDE GUERRA

A cent’anni dall’immane tragedia del primo conflitto mondiale un percorso di luoghi, storie e testi letterari per ricordare i giorni della Grande Guerra. Modena, apparentemente lontana dal teatro delle operazioni belliche, diede comunque un importante contributo: oltre 7000 caduti, l’arrivo di migliaia di profughi, la cura dei soldati feriti, l’addestramento delle truppe, il ruolo della scuola militare frequentata tra gli altri da un eroe come Francesco Baracca.

Un viaggio attraverso fatti e persone ormai lontane nel tempo ma che, per le sofferenze che la guerra provocò e per ciò che rappresentò per quelle generazioni, non possiamo dimenticare.

Incontro: davanti al Tempio Monumentale in piazzale Natale Bruni.

Durata: 1 ora e 30 circa

Immagine tratta dalla Gazzetta di Modena

SABATO 14 NOVEMBRE ORE 10.30 - 11.15

LA MILANO DA CONOSCERE

La conoscenza basilare della capitale economica italiana inizierà dalla monumentale Stazione Centrale e proseguirà con la visita al celebre "salotto" della città: p.za Duomo, la Cattedrale, la Galleria V.E., il Teatro alla Scala, Palazzo Marino, il Broletto Nuovo, antico foro medioevale. Proseguiremo verso la longobarda Curtis Ducis, attuale p.za Cordusio, fulcro della city umbertina e sede di prestigiosi palazzi. Il programma della visita prevede inoltre la rinascimentale chiesa di S. Satiro, capolavoro del Bramante, la monumentale basilica romanica di S. Ambrogio e l'attraversamento dell'imponente p.za d'Armi e delle suggestive corti del Castello Sforzesco.

Incontro: h. 10,30 Stazione Centrale, testa treno al  binario di arrivo oppure h. 11,15 p.zza Duomo davanti alle scale d'ingresso.

Durata: dalle 10.30 fino alle h 17.30 circa.

NB: la visita sarà effettuata solo se il numero dei partecipanti sarà di almeno 25 pax e non superiore a 30.

Prenotazione entro il 4 novembre.

Immagine tratta da http://milano.mentelocale.it/

SABATO 21 NOVEMBRE ORE 15.30

SCRIPTA MANENT

Hanno attraversato decenni, o più spesso secoli, perpetuando il loro messaggio: lapidi e iscrizioni commemorative sono custodi della memoria di una città e dei suoi abitanti. Alcune sono visibilissime, altre nascoste; in entrambi i casi è difficile che ci si soffermi a leggerle, perfino se ci si passa davanti tutti i giorni.

Il centro storico è punteggiato di messaggi scherzosi o drammatici, in latino o in dialetto, pomposi o stringatissimi; ci parlando di una storia, pubblica o privata, che è stata importante nel nostro passato. Passeggiando in centro storico indirizzeremo lo sguardo secondo traiettorie inusuali, per cogliere dettagli e frammenti che offrono lo spunto per raccontare e ricordare fatti storici, aneddoti e personaggi.

Incontro: Piazza Grande, davanti al Palazzo Comunale

Durata: 1 ora e 30 circa

DOMENICA 29 NOVEMBRE ORE 10.00

DE CHIRICO A FERRARA, METAFISICA E AVANGUARDIE

«Iper originale», secondo Dalí, commovente fino alle lacrime per René Magritte: la pittura di Giorgio De Chirico ha conquistato alcuni tra i più grandi artisti surrealisti e ha esercitato uno straordinario ascendente sull’arte del Novecento. De Chirico è stato il geniale inventore della pittura metafisica e a segnare un cambiamento radicale nella sua opera fu l’arrivo a Ferrara nel 1915 in seguito allo scoppio della prima guerra mondiale. In occasione del centenario di questo evento, Palazzo dei Diamanti celebra l’artista con una grande mostra.

Incontro: davanti all’ingresso del Palazzo dei Diamanti

Durata: 1 ora e 30 circa

Parcheggio più vicino: “Ex Mof”, ingresso via Darsena-angolo corso Isonzo; gratuito)

 

 

Quota di partecipazione per ogni appuntamento

(ove non diversamente specificato)

€ 5,00 a persona

La Milano da conoscere: € 12

(+ eventuale  biglietto della metropolitana e del treno a\r Modena – Milano)

Van Gogh. Balla: € 12 incluso il biglietto d’ingresso

 

+ ticket d’ingresso dove richiesto:

Milano: €2 ingresso al Duomo

Ferrara, Palazzo dei Diamanti: intero € 11

ridotto € 9;  gruppi (minimo 15 persone) € 9

 + € 1.50 per radioguida (obbligatoria)

Carpi, Palazzo Pio: gratuito per gli aventi diritto, € 6,00 intero/ € 4,00 ridotto